Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
 
Cosa è la strage di Charlie Hebdo
  • Un attacco alla libertà di tutti
    37,3%
  • I fondamentalisti islamici sono un pericolo
    44,9%
  • Un complotto dei servizi segreti
    17,7%
 
Aggiungi commento
Troppo recupero in Fiorentina-Lazio: interrogazione di Miccoli (Pd)
domenica 19 ottobre 2014 16:30

Anche il recupero "monstre" di Fiorentina-Lazio arriverà in Parlamento: dopo essersi occupato di Juventus-Roma il parlamentare del Pd, Marco Miccoli, ha preannunciato una interrogazione al presidente del Consiglio, al ministro dell'Economia e a quello dell'Interno per chiedere conto degli otto minuti concessi dall'arbitro Peruzzo, che pochi precedenti hanno nella storia del calcio.

"Ho deciso di intervenire - ha detto l'esponente democratico - perché il recupero ha rischiato di danneggiare la meritata vittoria sul campo della Lazio, che è una società quotata in borsa e che, pertanto, non può essere destabilizzata".

Rispondendo alle polemiche sulla sua precedente interrogazione, l'onorevole Miccoli si è difeso: "Non è vero che io sia intervenuto solo in quanto tifoso giallorosso - sempre forza maggica - ma in quanto sportivo motivato solo da obiettività e voglia di trasparenza. Prendo fin da adesso l'impegno di presentare una interrogazione parlamentare se l'As Roma fosse avvantaggiata da qualche gol irregolare, fuorigioco non fischiato o gomitata o sputo di Totti non visto dall'arbitro. Anzi, invito tutti i tifosi delle società professionistiche a contattarmi in caso di arbitraggi irregolari o gol dubbi. La mia interpellanza non mancherà. Ma se, oberato dai tanti reclami, non rispondessi entro 20 giorni potete rivolgervi al mio più stretto collaboratore, il Gabibbo".

Commenti