Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
 
Cosa è la strage di Charlie Hebdo
  • Un attacco alla libertà di tutti
    37,3%
  • I fondamentalisti islamici sono un pericolo
    44,8%
  • Un complotto dei servizi segreti
    17,8%
 
Aggiungi commento
Vauro: ''A Don Gallo cominciavo ad invidiare la fede''
sabato 8 giugno 2013 12:37

(AGI) - Viareggio, 7 giu. - "A don Gallo cominciavo ad invidiare la fede". Cosi' il vignettista Vauro Senesi ha ricordato la scomparsa dell'amico prete nel corso dell'incontro con il pubblico avvenuto questa sera ad Anteprime, la rassegna di libri in programma a Pietrasanta fino a domenica nel corso della quale ha presentato il suo "Storia di una professoressa". Poi, scherzando, ha aggiunto: "Per fortuna che e' morto, altrimenti avrebbe finito per convertirmi..." Infine, piu' seriamente, ha aggiunto: "Di don Gallo, che conoscevo bene e stimavo, ammiravo soprattutto la curiosita' e la passione". (Fonte)

Tutte le mie vignette su Don Gallo